Visitare le mostre con il 3D virtual tour. L’esperienza della galleria The Flat – Massimo Carasi

Domenica 31 Maggio
00:00 - 23:59
2020-05-31 00:00:00 2020-05-31 23:59:00 Europe/London Visitare le mostre con il 3D virtual tour. L’esperienza della galleria The Flat – Massimo Carasi LA GALLERIA ITALIANA GIÀ DAL 2018 SFRUTTA LE PIATTAFORME DIGITALI PER PROPORRE AL PUBBLICO MOSTRE DA ESPERIRE ATTRAVERSO TOUR VIRTUALI. CI SIAMO FATTI RACCONTARE LA LORO ESPERIENZA DI “PRECURSORI”, IN UN MOMENTO IN CUI LE GALLERIE DI TUTTO IL MONDO SPERIMENTANO LA REALTÀ AUMENTATA Pochi giorni fa, nell’intervista alla start up specializzata in contenuti real-time per l’arte Wide VR, abbiamo provato a capire cosa sta spingendo numerosi galleristi (tra tutti David Zwirner, Larry Gagosian, Oliver Miro e Massimo De Carlo) a dare vita a ad attività e a spazi espositivi virtuali, aldilà dell’emergenza sanitaria che in questo momento incombe sull’intero pianeta. Crescita della visibilità e della possibilità di vendita, ampliamento del pubblico e dei servizi da offrire ai propri collezionisti sono tra le ragioni che spingono le gallerie a cimentarsi in questo nuovo territorio, sebbene già nel 2018 una galleria italiana abbia fatto da apripista a questa dimensione digitale. Si tratta di The Flat – Massimo Carasi, galleria milanese che due anni fa ha deciso di sperimentare i 3D virtual tour per permettere al pubblico e ai collezionisti di tutto il mondo di visitare le proprie mostre. Attraverso questa tecnologia, è possibile fruire dell’esposizione attualmente in corso In my Room, degli artisti Andrea Carpita e Michael Bevilacqua. Ci spiega come funziona il 3D virtual tour e quali potenzialità questo rappresenti per una galleria d’arte Daniela Barbieri, condirettore di The Flat. da https://www.artribune.com/

LA GALLERIA ITALIANA GIÀ DAL 2018 SFRUTTA LE PIATTAFORME DIGITALI PER PROPORRE AL PUBBLICO MOSTRE DA ESPERIRE ATTRAVERSO TOUR VIRTUALI. CI SIAMO FATTI RACCONTARE LA LORO ESPERIENZA DI “PRECURSORI”, IN UN MOMENTO IN CUI LE GALLERIE DI TUTTO IL MONDO SPERIMENTANO LA REALTÀ AUMENTATA

Pochi giorni fa, nell’intervista alla start up specializzata in contenuti real-time per l’arte Wide VR, abbiamo provato a capire cosa sta spingendo numerosi galleristi (tra tutti David Zwirner, Larry Gagosian, Oliver Miro e Massimo De Carlo) a dare vita a ad attività e a spazi espositivi virtuali, aldilà dell’emergenza sanitaria che in questo momento incombe sull’intero pianeta. Crescita della visibilità e della possibilità di vendita, ampliamento del pubblico e dei servizi da offrire ai propri collezionisti sono tra le ragioni che spingono le gallerie a cimentarsi in questo nuovo territorio, sebbene già nel 2018 una galleria italiana abbia fatto da apripista a questa dimensione digitale. Si tratta di The Flat – Massimo Carasi, galleria milanese che due anni fa ha deciso di sperimentare i 3D virtual tour per permettere al pubblico e ai collezionisti di tutto il mondo di visitare le proprie mostre. Attraverso questa tecnologia, è possibile fruire dell’esposizione attualmente in corso In my Room, degli artisti Andrea Carpita e Michael Bevilacqua. Ci spiega come funziona il 3D virtual tour e quali potenzialità questo rappresenti per una galleria d’arte Daniela Barbieri, condirettore di The Flat.

da https://www.artribune.com/

Tag: pittura

Condividi pagina:
Promosso da: The Flat
Copyrights © 2019 CACOevents.