Jolly be Good | la storia della musica pop

Sabato 04 Dicembre
19:00 - 23:00
2021-12-04 19:00:00 2021-12-04 23:00:00 Europe/London Jolly be Good | la storia della musica pop Programma: 14 novembre: The Beatles e i sixties raccontati da Emiliano Visconti musiche: Miscellanea Beat 20 novembre: Lou Reed raccontato da Andrea Tarabbia musiche: Acusting Plays 26 novembre: la rivoluzione di Franco Battiato raccontata da Wu Ming 1 musiche: Frastupac! 4 dicembre: Leonard Cohen raccontato da Marco Aime musiche: Acusting Plays Jolly Be Good, ovvero “buone vibrazioni” in arrivo al teatro Jolly di Cesena. Da un’idea di #RapsodiaFestival che sta girando diverse città e festival, quattro incontri tutti incentrati su 4 giganti della storia della musica pop: uno scrittore o narratore si fa rapsodo, sceglie la sua divinità e la racconta in una sua personale metamorfosi; una scelta di musicisti professionisti ne rilegge le musiche. È così che la superlativa rilettura dei #Beatles elaborata dai #MiscellaneaBeat si intreccerà al racconto di Emiliano Visconti, tra Storia degli anni 60, eventi, aneddoti, segreti di registrazione, dietro le quinte e tra le righe dei versi dei 4 di Liverpool. È con loro che la rassegne prenderà il via, esattamente come fecero per la nascita del rock, domenica 14 novembre in orario aperitivo; proprio ad aprire un percorso che avrà la sua seconda tappa il 20 novembre, un sabato sera, in cui entreremo nei bassifondi di New York in compagnia di un vorticante #LouReed raccontato da Andrea Tarabbia (vincitore del Premio Campiello), quel Tarabbia nei cui libri l’animale uomo diventa materia per farne letteratura, come gli animali che popolano il mondo di Lou Reed si fecero letteratura nei versi del Frankenstein del Rock: a rileggerne le musiche gli Acusting Plays, alias Erik Montanari, già chitarrista del Massimo Zamboni ex CCCP e Andrea Conforti, la cui voce non teme paragoni. Venerdì 26 novembre sarà la volta di #WuMing1, scrittore che della rivoluzione ha fatto leggenda, intento a raccontarci “La rivoluzione di Franco Battiato”, quel #FrancoBattiato forse meno noto al grande pubblico ma germinale per quello che invece farà impazzire giovani e meno giovani portandoli a cantare versi incomprensibili su musiche mai sentite prima e mai prima vi sarà capitato di ascoltare le riletture di alcuni suoi capolavori eseguiti da un trio di eccezione con Valeria Sturba che tra violini, strumenti elettronici e voce vi stregherà, mentre un violoncello, suonato da Giuseppe Franchellucci, e un piano a due piani, sotto le mani di Giorgio Pacorig, tesseranno le armonie folli del genio mai troppo rimpianto. A chiudere questa prima edizione cesenate, col cappello posato sul cuore, un #LeonardCohen, poeta spirituale di carne umana raccontato da Marco Aime, con quello sguardo storto e originale che Aime sa infondere ai suoi libri, sempre sul crinale tra saggistica e stupore: anche qui le musiche saranno affidate agli Acusting Plays e chi li sentirà due volte a stento potrà riconoscere che siano gli stessi che avrete ascoltato rileggere Lou Reed. Il tutto nella bellissima cornice del Teatro Jolly di Cesena. I biglietti potrete acquistarli sia presso il teatro che su Liveticket. ****************************** Biglietto singolo spettacolo: 12 euro Biglietto + tessera annuale obbligatoria TEATRO JOLLY (ingresso riservato ai soci, valida tutto l’anno): 15 euro Cena (PRE-spettacolo) + spettacolo + tessera: 35 euro Possibilità di abbonamento a tutte e 4 le serate (da sfruttare ad inizio rassegna): 40 euro + 4 di tessera; cena esclusa Prevendita on-line: https://www.liveticket.it/tadeaps#EventsTitleAnchor Cena prenotabile fino alle ore 12.00 del giorno prima dell’evento Menù cena (può variare nelle serate): Frittata al forno con verdure Strozzapreti radicchio speck e pomodorini (alternativa vegetariana no speck) Tagliata di pollo con misticanza e aceto balsamico (alternativa vegetariana: polpette di ceci- insalata mista) Teatro Jolly

Programma:
14 novembre: The Beatles e i sixties
raccontati da Emiliano Visconti
musiche: Miscellanea Beat

20 novembre: Lou Reed
raccontato da Andrea Tarabbia
musiche: Acusting Plays

26 novembre: la rivoluzione di Franco Battiato
raccontata da Wu Ming 1
musiche: Frastupac!

4 dicembre: Leonard Cohen
raccontato da Marco Aime
musiche: Acusting Plays

Jolly Be Good, ovvero “buone vibrazioni” in arrivo al teatro Jolly di Cesena.
Da un’idea di #RapsodiaFestival che sta girando diverse città e festival, quattro incontri tutti incentrati su 4 giganti della storia della musica pop: uno scrittore o narratore si fa rapsodo, sceglie la sua divinità e la racconta in una sua personale metamorfosi; una scelta di musicisti professionisti ne rilegge le musiche.
È così che la superlativa rilettura dei #Beatles elaborata dai #MiscellaneaBeat si intreccerà al racconto di Emiliano Visconti, tra Storia degli anni 60, eventi, aneddoti, segreti di registrazione, dietro le quinte e tra le righe dei versi dei 4 di Liverpool. È con loro che la rassegne prenderà il via, esattamente come fecero per la nascita del rock, domenica 14 novembre in orario aperitivo;
proprio ad aprire un percorso che avrà la sua seconda tappa il 20 novembre, un sabato sera, in cui entreremo nei bassifondi di New York in compagnia di un vorticante #LouReed raccontato da Andrea Tarabbia (vincitore del Premio Campiello), quel Tarabbia nei cui libri l’animale uomo diventa materia per farne letteratura, come gli animali che popolano il mondo di Lou Reed si fecero letteratura nei versi del Frankenstein del Rock: a rileggerne le musiche gli Acusting Plays, alias Erik Montanari, già chitarrista del Massimo Zamboni ex CCCP e Andrea Conforti, la cui voce non teme paragoni.
Venerdì 26 novembre sarà la volta di #WuMing1, scrittore che della rivoluzione ha fatto leggenda, intento a raccontarci “La rivoluzione di Franco Battiato”, quel #FrancoBattiato forse meno noto al grande pubblico ma germinale per quello che invece farà impazzire giovani e meno giovani portandoli a cantare versi incomprensibili su musiche mai sentite prima e mai prima vi sarà capitato di ascoltare le riletture di alcuni suoi capolavori eseguiti da un trio di eccezione con Valeria Sturba che tra violini, strumenti elettronici e voce vi stregherà, mentre un violoncello, suonato da Giuseppe Franchellucci, e un piano a due piani, sotto le mani di Giorgio Pacorig, tesseranno le armonie folli del genio mai troppo rimpianto.
A chiudere questa prima edizione cesenate, col cappello posato sul cuore, un #LeonardCohen, poeta spirituale di carne umana raccontato da Marco Aime, con quello sguardo storto e originale che Aime sa infondere ai suoi libri, sempre sul crinale tra saggistica e stupore: anche qui le musiche saranno affidate agli Acusting Plays e chi li sentirà due volte a stento potrà riconoscere che siano gli stessi che avrete ascoltato rileggere Lou Reed.

Il tutto nella bellissima cornice del Teatro Jolly di Cesena. I biglietti potrete acquistarli sia presso il teatro che su Liveticket.

******************************
Biglietto singolo spettacolo: 12 euro
Biglietto + tessera annuale obbligatoria TEATRO JOLLY (ingresso riservato ai soci, valida tutto l’anno): 15 euro
Cena (PRE-spettacolo) + spettacolo + tessera: 35 euro
Possibilità di abbonamento a tutte e 4 le serate (da sfruttare ad inizio rassegna): 40 euro + 4 di tessera; cena esclusa

Prevendita on-line: https://www.liveticket.it/tadeaps#EventsTitleAnchor

Cena prenotabile fino alle ore 12.00 del giorno prima dell’evento

Menù cena (può variare nelle serate):
Frittata al forno con verdure
Strozzapreti radicchio speck e pomodorini (alternativa vegetariana no speck)
Tagliata di pollo con misticanza e aceto balsamico (alternativa vegetariana: polpette di ceci- insalata mista)

Tag: culturali, pop

Condividi pagina:
altri eventi a Cesena
Copyrights © 2022 CACOevents.